Giancarlo Magalli: «Scacciare i raccomandati Rai? Impossibile»

CoverMedia

22.6.2018 - 11:11

Source: Covermedia

Secondo il conduttore la proposta di Luigi Di Maio è interessante ma inapplicabile.

Secondo Giancarlo Magalli la proposta di Luigi Di Maio di «censire i raccomandati Rai» è interessante ma inapplicabile.

Il «problema» dei favoritismi nella rete nazionale è uno dei calli che il nuovo governo Conte vorrebbe risolvere, tuttavia il conduttore de I fatti vostri non è convinto si possa davvero estirpare.

«In Rai si assumevano tre persone alla volta: un democristiano, un socialista e uno bravo… Io, ero quello bravo», ha dichiarato Giancarlo Magalli a Vanity Fair.

«Un censimento dei raccomandati basato sulle delazioni sarebbe molto pericoloso. Però se i dirigenti ammettessero di aver assunto un incapace dietro raccomandazione, sarebbe già un inizio».

Uno dei fattori che mette in moto il favoritismo è la paura. Magalli spiega che per molti «usare» un raccomandato all’interno dei programmi, è diventata un’«assicurazione» sulla buona sorte dello stesso show.

«Vede, molti prendono i raccomandati come “assicurazione” sul programma. Dicono: “Assumo la persona raccomandata da quel dirigente, che decide anche se chiudere o no il programma. Così sto tranquillissimo”».

Tornare alla home page

CoverMedia