Spettacolo

Jada Pinkett Smith: vittima di abusi

CoverMedia

13.11.2018 - 16:33

Source: Covermedia

L’attrice di «Bad Moms - Mamme molto cattive» è stata discriminata dalle forze dell’ordine.

Jada Pinkett Smith è stata vittima di razzismo per mano di alcuni agenti di polizia statunitensi. Ne parla la stessa 47enne del cinema insieme a sua figlia, Willow Smith, e sua madre, Adrienne Banfield-Jones, nella nuova puntata del Red Table Talks, il loro show su Facebook.

«Ricordo che stavo andando a Virginia Beach, sai, quando c’erano quelle rivolte, io ero lì da sola, terrorizzata, e cercavo di fare rientro al mio hotel», racconta la star. «Non dimenticherò mai, c’erano due poliziotti, io ho detto: “Sto solo cercando di arrivare alla fine della strada ed entrare nel mio hotel, e loro mi hanno risposto: “Ti conviene far sparire quel cu*o n*gro da p****na immediatamente”».

Anche durante l’infanzia, la diva ha dovuto far fronte a situazioni di bullismo, per i suoi capelli e per il suo look in generale. Un episodio in particolare ha avuto come protagonista una ragazza bianca e bionda, ed è rimasto vivo anche dopo, una volta diventata adulta. Tanto da causare in lei stessa un atteggiamento discriminatorio.

«Una volta stavo andando a fare un’intervista e ho visto che la donna era bionda, e ci ho pensato due volte», ha raccontato. «È stato il mio primo pensiero, solo per il suo aspetto fisico! E ho pensato: Oh! Quello che sto facendo non è per niente diverso. Non ho il diritto di generalizzare e credere che tutte le bionde siano come una».

L’attrice e suo marito Will Smith hanno avuto, oltre che alla 17enne Willow, anche Jaden, 20 anni.

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia