Depp vs Heard

Johnny testimonia di nuovo: «È crudele»; Kate Moss parla solo tre minuti

AFP

26.5.2022

Johnny Depp mercoledì ha denunciato le «sbalorditive» accuse di violenza domestica mosse da Amber Heard, testimoniando una seconda volta al processo per diffamazione che ha intentato contro la sua ex moglie. Si è espressa anche una delle sue ex, la celebre top model Kate Moss.

AFP

26.5.2022

«Nessun essere umano è perfetto, certamente no, nessuno di noi, ma mai in vita mia ho commesso violenza sessuale o fisica», ha detto l'attore 58enne.

Richiamato alla sbarra di questo processo iniziato sei settimane fa a Fairfax, vicino a Washington, i suoi avvocati gli hanno chiesto cosa avesse provato quando ha sentito le accuse della sua ex moglie.

«È pazzesco sentire queste atroci accuse di violenza, di violenza sessuale che lei mi attribuisce», ha spiegato la star della saga «Pirati dei Caraibi».

«Tutte queste cose sbalorditive e oltraggiose che lei dice che ho fatto», ha aggiunto. «È orribile, ridicolo, umiliante, folle, doloroso, selvaggio, brutale e crudele in un modo inimmaginabile, e del tutto falso», ha affermato, ripetendo alla giuria: «Tutto falso».

L'attore ha assicurato che a nessuno «piace dover rivelarsi per dire la verità», ma aveva bisogno di esporre ciò che ha «portato nel cuore, con riluttanza, per sei anni».

Kate Moss: «Non mi ha mai spinto»

Il 5 maggio, Amber Heard ha descritto un'accesa discussione con suo marito nel marzo 2015 e ha sollevato una voce secondo cui Johnny Depp una volta avrebbe spinto Kate Moss giù da una rampa di scale.

La top model britannica ha smentito tali voci in una breve testimonianza resa al processo: «Non mi ha mai spinto o buttato giù per le scale», ha detto Kate Moss in videoconferenza dall'Inghilterra.

La 48enne, che ha avuto una relazione con il protagonista di «Edward Mani di Forbice» tra il 1994 e il 1998, ha raccontato un incidente accaduto mentre la coppia era in vacanza in Giamaica.

«Stavamo lasciando la camera e Johnny se n'è andato prima di me. C'era stato un temporale e quando ho lasciato la stanza sono scivolata giù per le scale e mi sono fatta male alla schiena», ha detto. «E ho urlato perché non sapevo cosa mi fosse appena successo e stavo soffrendo. È tornato di corsa per aiutarmi e mi ha portato nella mia stanza e mi ha procurato assistenza medica», ha continuato la top model durante un intervento di soli 3 minuti.

Il processo, iniziato l'11 aprile, dovrebbe concludersi venerdì e il suo esito rimane incerto.