Cinema

Keira Knightley: «Vi spiego perché vieto Cenerentola e La Sirenetta a mia figlia»

babu

18.10.2018

Le fiabe Disney sono sessiste? Un tema che sta facendo discutere da quando l'attrice Keira Knightley ha dichiarato di aver vietato alla figlia di guardare "Cenerentola" e "La Sirenetta". 

Ospite del popolare show televisivo condotto da Ellen Degeneres sulla NBC, Keira Knightley, attrice britannica di successo, ha fatto una dichiarazione che sta facendo molto discutere. L'attrice ha raccontato di avere vietato alla figlia di tre anni e mezzo di guardare due classici dei cartoni Disney, Cenerentola e la Sirenetta, in quanto, a suo dire, veicolano stereotipi sessisti. «Cenerentola è vietato perché lei aspetta di essere salvata da un uomo più ricco»: un messaggio, quello di aspettare che qualcuno venga in nostro soccorso, che all'attrice britannica non piace proprio. «Mia figlia deve sapere che può farcela da sola!», aggiunge. È simile la motivazione che spinge mamma Keira a non chiudere un occhio nemmeno su La Sirenetta: «Le canzoni sono stupende -  ammette - ma non si può rinunciare alla propria voce per un uomo».

Ad accendere la polemica ha contribuito il fatto che l'attrice britannica si trovava in trasmissione per promuovere il suo nuovo film, Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni, che per l'appunto è un film d'animazione della Disney in cui Keira Knightley interpreta il ruolo della protagonista, la Fata Confetto. 

L'intervista è rimbalzata subito sui social dividendo gli utenti, i quali non hanno potuto fare a meno di notare che la dichiarazione di Keira Knightley è arrivata a pochi giorni di distanza da un'altra, in cui l'attrice britannica attaccava Kate Middleton per essersi mostrata in perfetta forma a poche ore dal parto.


In rete si è scatenata una discussione tra chi ritiene che i cartoni Disney siano innocui, in quanto favole, e chi appoggia le posizioni femministe dell'attrice, il cui nome è diventato in poche ore #hashtag di tendenza su Twitter. Per qualcuno non c'è niente di sbagliato in una madre che vuole offrire alla figlia modelli educativi basati sull'emancipazione e l'indipendenza, quindi ben diversi da quelli proposti dagli stereotipi di genere. Altri, invece, si oppongono all'interpretazione che Keira dà di alcuni classici Disney.

Questa vicenda sta facendo discutere il popolo del web che si è interrogato al riguardo mettendo nero su bianco la propria opinione, ciascuno secondo la propria la propria sensibilità rispetto al tema. Resta da capire se prima o poi la piccola Edie avrà il permesso di vedere i film della saga "I pirati dei Caraibi", anche questa una produzione Disney, dove mamma Keira interpretava il ruolo di Elizabeth Swann, salvata dal mare dal famoso pirata Jack Sparrow, alias Johnny Depp.

Tornare alla home page