Spettacolo fuori dal campo

Federer stuzzica un giornalista: «Posso avere paura dei ragni ma non di te»

fon

3.9.2019

Roger Federer affronta Grigor Dimitrov ai quarti di finale degli US Open.
Roger Federer affronta Grigor Dimitrov ai quarti di finale degli US Open.
Getty

Leggero e veloce sul campo, rilassato e spiritoso con i giornalisti. Roger Federer continua la caccia al titolo degli US Open con positività e ironia.

Il giornalista tennistico Ubaldo Scanagatta è conosciuto da tempo per formulare domande poco ortodosse ai tennisti di qualsiasi livello, dai più giovani meno conosciuti fino a chi occupa i piani alti del ranking ATP. Federer è un habitué, nel corso degli anni i due si sono spesso stuzzicati e provocati, e dopo la partita degli ottavi di finale vinta contro Goffin è andato in scena un nuovo episodio della saga.

Nel bel mezzo della conferenza stampa il giornalista di culto ha annunciato una domanda, e prontamente Roger Federer ha risposto: «Oh nooo.». Fra le risate di tutti i presenti Scanagatta ha ribadito: «Hai paura?». Detto, fatto, fra l’ilarità generale, il tennista elvetico ha avuto la risposta pronta: «No, no non ti preoccupare. Posso avere paura dei ragni ma non di te».

In realtà la domanda del giornalista italiano era tutt’altro che pericolosa o in qualche modo temibile. In precedenza Roger Federer, riferendosi alla 15enne Coco Gauff, aveva raccontato che alla stessa età non aveva la stessa maturità della statunitense… e Ubaldo Scanagatta voleva semplicemente sapere cosa combinava sul campo da tennis il Roger Federer 15enne.

«Ero un bambino - ha risposto in un secondo momento il renano - facevo quello che fanno tutti i ragazzini: mi lamentavo con gli arbitri, gridavo, non sempre riuscivo a rimanere concentrato».

Alla sfida dei quarti di finale degli US Open fra Roger Federer e Grigor Dimitrov mancano ormai poche ore, chissà se in coda al match che vale la semifinale non ci sarà un altro episodio divertente con il giornalista e il tennista basilese come protagonisti.

Tornare alla home pageTorna agli sport