Lüthi: «Godeteveli invece di ossessionarvi su chi è il più grande»

bfi

20.9.2019

Severin Lüthi
Getty Images

In una delle rare interviste Severin Lüthi racconta della serenità del Maestro anche se dovesse perdere il record di Grand Slam vinti. 

Secondo l'amico, consigliere e coach Severin Lüthi, Roger Federer non perderà ore di sonno pensando alla possibilità che Rafa Nadal possa eguagliare o forse anche battere il record di 20 Grand Slam conquistati in carriera. 

Il 38enne di Basilea ha inziato la stagione al numero 3, dietro i soliti Nadal e Djokovic. Lo spagnolo ha conquistato il suo 12esimo titolo a Parigi, ripetendosi poche settimane fa agli US Open. 

Le vittorie di Nadal hanno ridato slancio alla questione del GOAT (Greatest Of All Time) in quanto il maiorchino, 34enne ha raggiunto quota 19 Grand Slam, mostrandosi in splendida forma fisica e mentale dopo i problemi fisici che lo avevano preoccupato alquanto lo scorso anno.  

I numeri dicono che per la prima volta Nadal si trova ad un solo Grand Slam da Roger Federer. 

«L'avvicinamento di Nadal non causa particolare stress a Roger»

«Non credo che il fatto dell'avvicinamento di Nadal causi a Roger particolare stress » ha raccontato Severin Lüthi a Reuters. 

Lüthi, ricordiamo, è con Federer dal 2007. Con l'amico-consigliere-coach il tennista di Basilea ha vinto 11 dei 21 Grand Slam conquistati in carriera. 

« Roger rimane concentrato su sè stesso, inoltre, nutre molto rispetto per Rafa perchè sa cosa ci vuole per vincere così tanti titoli. »

« Non vedo Roger preoccupato in nessuna maniera. Non sarebbe certo distrutto se Rafa dovesse arrivare a quota 20. »

«Perchè ossessionarsi su chi è il più grande; godeteveli»

Lüthi ha inoltre detto che i milioni fans di Federer e Nadal farebbero meglio a gustarsi i due grandi tennisti invece di ossessionarsi con la questione su chi dei due è il più grande. 

« Per i fans è splendido: specialmente per coloro che li avevano già dati per spacciati quando Roger arrivò a quota 16 e Rafa a 14», ha aggiunto il 43enne di Stettlen.

Giochi Olimpici 2020

Lüthi è anche capitano della squadra svizzera di Coppa Davis, lo era già nel 2014, quando la Svizzera vinse il prestigioso trofeo per nazioni. 

La decisione di Federer di non più partecipare alla Coppa Davis potrebbe inficiare la sua possibilità di partecipare ai Giochi di Tokyo, anche se Lüthi ammette che nessuna decisione in merito è ancora stata presa. 

« È possibile che Roger vi partecipi, ma non è un obiettivo.  - Ha concluso Lüthi -  Lascerà anche questo scenario aperto. Sinceramente non so come funzioni la questione delle wildcards alle Olimpiadi. In genere le davano a delle piccole nazioni, ma credo che se Roger decidesse di parteciparvi ... .»

La questione Olimpiadi rimane dunque in sopeso per Roger Federer, mentre tra pochi giorni (venerdì 19 settembre) avrà luogo la Laver Cup, dove i due grandi rivali giocheranno dalla stessa parte per il team Europa. 

Tornare alla home pageTorna agli sport