Ballottaggio

Merlini si ritira dalla politica, chieste le dimissioni dei vertici del PLRT

SwissTXT / sam

17.11.2019

Il liberale radicale Giovanni Merlini, uscito sconfitto nel ballottaggio per il Consiglio degli Stati.
Il liberale radicale Giovanni Merlini, uscito sconfitto nel ballottaggio per il Consiglio degli Stati.
Ti-Press

Uscito sconfitto nel ballottaggio per il Consiglio degli Stati, il liberale radicale Giovanni Merlini ha affermato che la sua carriera politica si chiude qui.

«Ho fatto quasi 30 anni di politica attiva - ha detto ai microfoni della RSI, poco dopo la proclamazione dei risultati - e ora, se non altro, la mia vita diventerà un po' meno stressata e quindi potrò dedicarmi meglio alla mia professione di avvocato-notaio».

Quadranti: «Dimissioni dei vertici del PLRT»

A seguito della mancata elezione di Merlini agli Stati, Matteo Quadranti ha divulgato un comunicato a nome dei radicali, nel quale si punta il dito contro i vertici del partito.

«Il risultato della votazione è la palese dimostrazione che la dirigenza del PLRT, ritenendo di poter ignorare l’opinione della base del partito, ha sacrificato, in modo spregiudicato, una personalità politica di notevole spessore quale Merlini sull’altare di speculazioni, improvvisazioni e alleanze poco approfondite».

Senza poi troppi giri di parole, i radicali - si legge ancora nella nota stampa - «chiedono che i membri dell’Ufficio presidenziale del PLRT rassegnino le dimissioni con effetto immediato».

Ticino e Grigioni giorno per giorno

Tornare alla home page