Pellegrinaggio reale

Cosa ne sarà di Windsor dopo la morte della regina?

Di Britta Schultejans

29.9.2022

Per decenni, il castello di Windsor è stato il centro del potere reale. La Regina lo ha preferito a Buckingham Palace come residenza dei suoi fine settimana. Dal oggi, 29 settembre, il pubblico può visitare la tomba della regina. E dopo cosa succederà?

Di Britta Schultejans

29.9.2022

«Era la sua casa» è una frase che si è sentita spesso al termine della cerimonia funebre della Regina Elisabetta II a Windsor.

Molte persone nella cittadina a ovest di Londra raccontano di legami più personali con la regina. «La vedevo guidare il suo Range Rover qui», ha detto Scott Baxter, 48 anni, poco dopo che la bara della regina è scomparsa dietro le mura del castello.

Ma cosa ne sarà di questa casa, di questa patria reale, dopo la morte di Elisabetta?

È dalla fine di agosto che si è saputo che il nipote della regina, il principe William, e sua moglie Kate si sono trasferiti a Windsor con la loro famiglia, e il loro bambini stanno anche andando qui a scuola.

Dall'inizio di settembre, l'Adelaide Cottage nell'ampio parco del castello è la loro nuova casa. Il giorno della morte della loro bisnonna, George (9 anni), Charlotte (7 anni) e Louis (4 anni) hanno avuto il loro primo giorno di scuola a Windsor.

Cosa intende fare il re con i suoi beni?

«Si ipotizza che il principe e la principessa di Galles potrebbero trasferirsi dall'Adelaide Cottage al castello principale a tempo debito», ha detto alla Deutschen Presse-Agentur Craig Prescott, esperto reale della Bangor University. «Ma non ci sono ancora prove concrete di ciò che il re intende fare con i suoi beni».

Secondo il quotidiano britannico «The Guardian», i circa 100 dipendenti di Clarence House, dove hanno vissuto finora il nuovo re Carlo e sua moglie Camilla, hanno già ricevuto il messaggio che ora potrebbero perdere il lavoro perché il capofamiglia si sta trasferendo. Ma non si sa ancora dove.

Tuttavia, si prevede che il re risiederà nel prestigioso Buckingham Palace di Londra, nelle immediate vicinanze di Clarence House, e vi trascorrerà più tempo di quanto sua madre abbia fatto. E potrebbe trascorrere la maggior parte del suo tempo libero nella sua tenuta di campagna, Highgrove, nella contea occidentale del Gloucestershire, nell'Inghilterra occidentale.

«Il re probabilmente manterrà Highgrove come proprio rifugio, accanto a Birkhall, in Scozia», dice Prescott. «Ci sono anche rapporti secondo cui Balmoral sarà aperto al pubblico più frequentemente». Inoltre, la regina consorte ha la sua residenza privata, Ray Mill, nel Wiltshire, che a quanto pare usa per incontrare la sua famiglia e i suoi amici. Il castello di Balmoral era la residenza di campagna scozzese della regina, dove è morta l'8 settembre. La tenuta a Birkhall di Carlo si trova nelle vicinanze.

Per decenni Windsor è stata la residenza del fine settimana

Nell'anno della sua ascesa al trono, il 1952, la regina fece del castello di Windsor, dove trascorse la sua infanzia, la sua casa per il fine settimana. Ha sempre preferito rimanere lì che a Buckingham Palace a Londra – e più recentemente, dall'inizio della pandemia di Covid, anche in modo permanente. Anche il suo controverso figlio, il principe Andrea, vive nel parco del castello.

E anche se Balmoral in Scozia era probabilmente ancora più vicino al cuore della regina, per merito suo Windsor è stato un importante centro della famiglia reale e del potere reale in Inghilterra negli ultimi decenni. Dopo lo scoppio di un incendio nel 1992, la regina parlò di un «annus horribilis», un anno di terrore.

Il castello di Windsor fu fondato da Guglielmo il Conquistatore nell'XI secolo e si dice che sia il più grande castello abitato permanentemente al mondo. Ha visto andare e venire 40 monarchi. La famiglia reale, la Casa dei Windsor, deve il suo nome al castello. «Casa dei reali, 1000 anni di storia reale», afferma il sito web. Ora questa storia ha un nuovo capitolo.

Un luogo di pellegrinaggio per gli amanti della monarchia?

Dopo che la regina è stata sepolta a fianco del marito, il principe Filippo, morto l'anno scorso, in una cappella laterale della Cappella di San Giorgio a Windsor, il castello potrebbe diventare un luogo di pellegrinaggio in particolare per i sostenitori dei reali. «Potrei non parlare di pellegrini perché ha una connotazione religiosa, ma presumo che molte persone vorrebbero visitare la cappella dove è sepolta la regina». Il castello e la cappella saranno nuovamente aperti ai visitatori dal 29 settembre.

«Re Carlo III ha già espresso in generale di voler snellire la monarchia. Ecco perché si pone definitivamente la questione delle residenze», afferma Prescott. «Qual è il futuro di Sandringham, Balmoral, Clarence House e altri? Può darsi che le residenze fuori Londra siano ora utilizzate sempre meno. Quindi Windsor rimarrebbe un centro per la monarchia per impostazione predefinita, così come Londra».