Estate 1946, inizia un sogno sotto le stelle

Locarno Film Festival

9.10.2019 - 15:00

Il prato inclinato del Grand Hotel nel 1948.
© Locarno Film Festival

In 72 anni di vita e altrettante edizioni il Locarno Film Festival è stato il palcoscenico di grandi star e la rampa di lancio di giovani stelle, il prato inclinato del Grand Hotel e gli 8'000 della Piazza Grande. È stato passione, è stato cinema.

Alla pagina speciale Locarno Film Festival

23 agosto 1946, il prato inclinato del Grand Hotel è l’arena perfetta. Sullo schermo montato ai piedi della collina, tra gli alberi, le immagini di «O sole mio» di Giacomo Gentilomo.

Inizia così la lunga corsa del Locarno Film Festival: quindici film in programma, tra cui «Roma città aperta», di Roberto Rossellini. Il grande autore italiano torna l’anno successivo con «Paisà» e quello dopo ancora con «Germania anno zero», al fianco di «Ladri di biciclette» di Vittorio De Sica. Il neorealismo è qui, in Ticino.

E in Ticino, a Locarno, arriva e salpa anche la Nouvelle Vague dieci anni più tardi, con il suo primo film, «Le beau Serge», di Claude Chabrol. Sono gli anni del boom, gli anni delle stelle al Grand Hotel, di Marlene Dietrich e Vittorio Gassman, Alberto Sordi e Jean-Luc Godard.

La svolta storica

Nel buio in sala di Locarno germogliano talenti, esordienti destinati alla storia del cinema: Milos Forman e Marco Bellocchio, Mike Leigh e Kathryn Bigelow, Spike Lee e Jim Jarmush.

Nel 1971 la svolta, una svolta larga 20 metri e alta 10, pensata dal presidente Raimondo Rezzonico e disegnata dall’architetto Livio Vacchini: lo schermo di Piazza Grande.

Iniziano le straordinarie notti degli 8 mila spettatori sotto le stelle, di «American Graffiti» (1973) e «Pulp Fiction» (1994), di «The Full Monty» (1997) e «Lagaan» (2001). È la Piazza della telefonata con Roberto Benigni (1998), della maglietta pardata di Wim Wenders (2005) e dell’abito maculato di Agnes Varda (2014). È Locarno, il cinema lungo un sogno.

Best of Locarno 72

Best of Locarno 72

Best of Locarno 72

09.10.2019

Tornare alla home page