Pandemia

Quali paesi stanno inasprendo di nuovo le loro misure?

tsha / dpa / pab

23.8.2021

L'Australia sta cercando di combattere il coronavirus con misure più severe. Questa scuola di Sydney è stata pulita a fondo da specialisti per evitare la diffusione del virus.
L'Australia sta cercando di combattere il Covid-19 con misure più severe. Questa scuola di Sydney è stata pulita a fondo da specialisti per evitare la diffusione del virus.
KEYSTONE

I casi di Covid sono di nuovo in aumento in diverse regioni del mondo. Alcuni Paesi stanno già reagendo con misure più severe. Per la Svizzera gli occhi sono puntati sulla sessione del Consiglio federale di mercoledì. Una panoramica sulla situazione in Stati vicine e lontani.

tsha / dpa / pab

23.8.2021

Chiusure, mascherine obbligatorie, coprifuoco: un paese dopo l'altro sta inasprendo le sue misure nella lotta contro la diffusione della variante Delta, altamente contagiosa. Ecco una panoramica per capire quali nazioni stanno applicando di nuovo il freno d'emergenza.

Israele

I numeri del Covid in Israele stanno aumentando massicciamente da giugno, anche se più del 58% dei circa 9,4 milioni di israeliani sono stati vaccinati due volte. Più di un milione di persone dai 50 anni in su ha anche già ricevuto una terza dose come richiamo.

Dalla scorsa settimana, il cosiddetto passaporto verde, il Green Pass, è quindi richiesto per quasi tutti i settori della vita pubblica. Tutte le persone di età superiore ai tre anni devono dimostrare di essere state vaccinate, di essere guarite o di essere risultate negative se vogliono partecipare a eventi sportivi o culturali, frequentare palestre, musei, ristoranti, università e conferenze, per esempio. 

testati
Un ragazzino viene testato per il Covid-19 a Gerusalemme.
KEYSTONE

Le mascherine sono anche obbligatorie in tutti gli spazi chiusi, tranne che nelle proprie quattro mura di casa. Inoltre, devono essere indossate all'esterno quando si riuniscono più di 100 persone. Ulteriori restrizioni numeriche si applicano agli eventi. Con queste misure, il governo d'Israele sta cercando di prevenire un lockdown durante le feste ebraiche di settembre.

Australia

L'Australia, con una popolazione di 25 milioni di abitanti, è stata in grado di combattere con successo la pandemia per un lungo periodo, con misure severe. Tra queste vi è la chiusura della frontiera internazionale da marzo 2020, con poche eccezioni. Tuttavia, una campagna di vaccinazione partita lentamente e la variante Delta, molto contagiosa, hanno fatto sì che gran parte della popolazione sia tornata in isolamento. 

Il lockdown della vasta area di Sydney, per esempio, è stato recentemente esteso fino alla fine di settembre, e altre misure sono state rafforzate.

Da lunedì in poi, le persone devono indossare una mascherina appena escono di casa, a meno che non stiano facendo sport. Nelle regioni particolarmente colpite, gli sport all'aperto sono stati limitati a un'ora al giorno. Inoltre, in queste zone vige il coprifuoco tra le 21 di sera e le 5 del mattino.

Anche a Melbourne vige il lockdown, esteso a tutto lo Stato di Victoria lo scorso fine settimana.

Strade completamente vuote a Sydney a causa del lockdown, in vigore fino a fine settembre.
Strade completamente vuote a Sydney a causa del lockdown, in vigore fino a fine settembre.
KEYSTONE

Nuova Zelanda

In Nuova Zelanda, il lockdown nazionale è stato esteso lunedì a causa di tre dozzine di nuovi casi di Covid. La nazione insulare con cinque milioni di abitanti si è in gran parte isolata dal mondo esterno dal marzo 2020. In aprile, il governo ha aperto un corridoio di viaggio con la vicina Australia, chiuso di nuovo alla fine di luglio a causa di un'ondata di Sars-CoV-2 nel grande vicino. Martedì scorso, la prima ministra Jacinda Ardern ha imposto un lockdown severo, il primo dal marzo 2020, a causa di un singolo caso confermato ad Auckland.

La maggior parte delle imprese e delle scuole sono ora chiuse. Nel frattempo, secondo le autorità, un totale di 107 infezioni sono state registrate in Nuova Zelanda, a causa della più pericolosa variante Delta.

Thailandia

La Thailandia sta vivendo la sua peggiore ondata di Covid fino ad oggi. Anche il turismo ne risente. Il piano della popolare città turistica di Pattaya di riaprire ai viaggiatori per ora non sarà realizzato a causa dell'alto numero di infezioni e il basso tasso di vaccinazione.

La situazione è diversa a Phuket, l'isola più grande del Paese, dove i turisti sono autorizzati di nuovo a nuotare e fare festa dall'inizio di luglio, a condizione che siano completamente vaccinati.

Italia

In Italia, i numeri dei casi di Sars-CoV-2 sono relativamente stabili. Tuttavia, dopo tre mesi buoni di vacanze estive, gli alunni iniziano il nuovo anno scolastico a settembre in condizioni rigorose. Regole più severe si applicano poi agli alunni e agli insegnanti, i quali, per poter esercitare la loro professione, devono poter dimostrare di essere vaccinati completamente, risultati negativi o essere guariti dall'infezione.

In caso contrario, potrebbero essere licenziati. Gli studenti devono indossare mascherine e sedersi a distanza gli uni dagli altri.

Cina

In Cina, dove il virus Covid è stato rilevato per la prima volta, ci sono stati, di recente, ripetuti focolai locali. Ma con misure drastiche come coprifuoco, ricerca di contatti, test di massa a milioni di persone, quarantena e interruzione dei collegamenti di trasporto, le autorità sono state in grado di fermarne nuovamente la diffusione.

Passeggeri all'aeroporto di Shanghai: la Cina sta dando un giro di vite contro il virus.
Passeggeri all'aeroporto di Shanghai: la Cina sta dando un giro di vite contro il virus.
KEYSTONE

Lettonia

Vaccinazioni obbligatorie, restrizioni anti-Covid nelle istituzioni educative e obbligo di fornire prove estesi a diversi settori della vita pubblica: Il governo della Lettonia ha recentemente adottato diverse nuove restrizioni alla luce della crescente diffusione della variante Delta e del rallentamento dei progressi della vaccinazione.

Il capo del governo Krisjanis Karins ha anche accennato la settimana scorsa a un ulteriore inasprimento delle regole contro il Covid per le persone non vaccinate.

Marocco

Il Marocco proprio oggi, lunedì 23 agosto, ha prorogato fino al 10 ottobre lo stato di emergenza sanitaria. Il Consiglio dei ministri ha scelto per l'ennesima volta la linea della prudenza, riservandosi la possibilità di intervenire in ogni momento e con qualsiasi mezzo contro la propagazione del virus.

Lo stato di emergenza non è mai stato abolito, da quando il Covid-19 ha fatto il suo ingresso nel Paese nordafricano. In tutto, i casi sono stati 810'949, con 725'545 guarigioni e 11'793 decessi.

E la Svizzera?

E la Svizzera cosa farà? Il Governo federale si riunisce mercoledì 25 agosto in sessione ordinaria e dovrà decidere quali saranno le prossime tappe. C'è chi chiede il ritorno alla totale normalità, ma molto probabilmente non saranno tolte delle restrizioni, visto e considerato che anche nel nostro Paese il numero dei contagi si sta rapidamente alzando.