Con Brasile, Camerun e Serbia

Il gruppo della Nazionale svizzera sotto la lente d'ingrandimento

fon

24.11.2022

Neymar e Vinicius Junior, due giocatori da tenere d'occhio.
Neymar e Vinicius Junior, due giocatori da tenere d'occhio.
Keystone

Oggi la Svizzera debutta ai Mondiali in Qatar. Diamo uno sguardo da vicino alle Nazionali che compongono il nostro Gruppo G.

fon

24.11.2022

Svizzera

L'allenatore della Nazionale elvetica Murat Yakin ha proseguito con continuità il buon lavoro dei suoi predecessori Vladimir Petkovic, Ottmar Hitzfeld e Köbi Kuhn.

L'ex nazionale ha aiutato la Svizzera a qualificarsi per la quinta volta consecutiva alla fase finale della Coppa del Mondo. Anche sotto altri aspetti, la nostra piccola nazione è una delle costanti del calcio mondiale dell'era moderna. Compresi gli Europei, la Svizzera ha mancato solo uno degli ultimi dieci tornei importanti.

In Qatar, dopo essere riusciti a qualificarsi ai quarti di finale degli Europei sconfiggendo la Francia, l'obiettivo dei rossocrociati sarà quello di ripetersi, se non addirittura fare meglio. Se Xhaka e compagni dovessero raggiungere i quarti, sarebbe la prima volta dopo i Mondiali in casa del 1954.

Alla sua prima Coppa del Mondo, Yakin può contare su un gruppo molto unito quanto sperimentato. Gran parte della rosa disputerà il quinto torneo internazionale tenendo conto di Europei e Mondiali. Il capitano Granit Xhaka, il difensore Ricardo Rodriguez e l'attaccante Haris Seferovic erano già in campo insieme nel 2009, quando avevano vinto il titolo di campione del mondo Under 17 in Nigeria.

La Svizzera in numeri

  • Popolazione: 8,7 milioni
  • Capitale: Berna
  • Classifica FIFA: 16esimo rango
  • Partecipazioni alla Coppa del Mondo (12): 1934, 1938, 1950, 1954, 1962, 1966, 1994, 2006, 2010, 2014, 2018, 2022
  • Miglior risultato ai Mondiali: quarti di finale (1934, 1938, 1954)
  • Capocannoniere delle qualificazioni a Qatar 2022: Breel Embolo (3 gol)
  • Record di selezioni: Heinz Hermann (118 partite)
  • Record di gol: Alex Frei (42 gol)
  • I giocatori più famosi: Granit Xhaka, Xherdan Shaqiri, Yann Sommer
  • Allenatore: Murat Yakin (da agosto 2021)

Brasile

Otto anni dopo il trauma subito contro la Germania nei Mondiali casalinghi, 7-1 in semifinale, la Nazionale brasiliana è tornata a brillare. La squadra capitanata dall'esperto Thiago Silva e dalla superstar Neymar è ricca di qualità e talento e - a differenza delle principali nazioni europee - non ha registrato alcun calo di rendimento nell'anno della Coppa del Mondo.

La Selecão è imbattuta da quando ha perso la finale della Copa America 2021 contro l'Argentina. I verdeoro hanno vinto 12 delle loro ultime 15 partite, comprese le ultime sette, e la loro sesta Coppa del Mondo sembra a essere portata di mano, anche secondo i bookmaker.

L'allenatore Tite sta guidando un processo di ricostruzione, inizialmente un po' complicato ma che presto è diventato assai promettente. Il 61enne, subentrato nel 2016, può attingere da un enorme bacino di giocatori e sta dimostrando di saperci fare.

Non solo la splendida linea offensiva di Neymar e Vinicius Junior fa tremare gli avversari, ma anche nelle posizioni arretrate con Casemiro e Fabinho a centrocampo e Thiago Silva, Eder Militão e Marquinhos in difesa il ct del Brasile dispone di una squadra pericolosissima. Anche fra i pali, con Alisson ed Ederson, i sudamericani possono contare su due dei migliori portieri al mondo.

Il Brasile in numeri

  • Popolazione: 214 milioni
  • Capitale: Brasilia
  • Classifica FIFA: primo rango
  • Partecipazioni alla Coppa del Mondo (22): 1930, 1934, 1938, 1950, 1954, 1958, 1962, 1966, 1970, 1974, 1978, 1982, 1986, 1990, 1994, 1998, 2002, 2006, 2010, 2014, 2018, 2022
  • I migliori risultati alla Coppa del Mondo: Vincitori nel 1958, 1962, 1970, 1994 e 2002
  • Capocannoniere delle qualificazioni a Qatar 2022: Neymar (8 gol)
  • Giocatore di selezioni: Cafu (142 partite)
  • Record di gol: Pelé (77 gol)
  • I giocatori più famosi: Neymar, Vinicius Junior, Thiago Silva, Alisson, Ederson
  • Allenatore: Tite (dal 2016)
  • Bilancio contro la Svizzera: 9 partite, 3 vittorie, 4 pareggi, 2 sconfitte

Camerun

Sono conosciuti come i «Leoni indomabili» e in passato per lunghi anni hanno potuto contare sui servigi di un attaccante dalle qualità di Samuel Eto'o, ora presidente della federazione.

Nel 2022 il leggendario Rigobert Song, giocatore con più selezioni all'attivo della storia della nazionale africana, non sarà più in campo ma siederà sulla panchina nelle vesti di dell'allenatore. Il 46enne è alla sua prima esperienza mondiale come commissario tecnico.

Trentadue anni dopo la storica qualificazione ai quarti di finale a Italia '90, quasi nessuno in Camerun crede nelle possibilità di ripetere una prestazione simile a Qatar 2022. Il presidente della federazione camerunense Samuel Eto'o ha tuttavia dichiarato di voler vincere i Mondiali.

I migliori calciatori in squadra sono André-Frank Zambo Anguissa, Eric Maxim Choupo-Moting, Karl Toko Ekambi e André Onana. La rosa allargata comprende giocatori conosciuti alle nostre latitudini per militare o aver militato in Super League come Jean-Pierre Nsame, Nicolas Moumi Ngamaleu, Gaël Ondoua e Tsyi William Ndenge.

Il Camerun in numeri

  • Popolazione: 27,2 milioni
  • Capitale: Yaoundé
  • Classifica FIFA: 38esimo rango
  • Precedenti partecipazioni a finali di Coppa del Mondo (8): 1982, 1990, 1994, 1998, 2002, 2010, 2014, 2022
  • Miglior risultato in Coppa del Mondo: quarti di finale (1990)
  • Capocannoniere delle qualificazioni a Qatar 2022: Eric Maxim Choupo-Moting e Karl Toko Ekambi (3 gol ciascuno)
  • Record di selezioni: Rigobert Song (137 partite)
  • Record di gol: Samuel Eto'o (56 gol)
  • Giocatori più noti: Eric Maxim Choupo-Moting, Karl Toko Ekambi, André Onana
  • Allenatore Rigobert Song (dal febbraio 2022).
  • Precedenti contro la Svizzera: ancora nessuna partita.

Serbia

Due anni dopo essere stata eliminata ai Mondiali del 2018 nel girone con Svizzera e Brasile, la nazionale serba era in calo. Nonostante l'aumento a 24 squadre partecipanti, avevano mancato la qualificazione agli Europei. Dopo essersi classificati terzi nel girone con Ucraina e Portogallo, erano usciti con le ossa rotte dopo i calci di rigore nello spareggio contro la Scozia.

Due anni più tardi invece è tornata l'euforia. Sotto la guida di Dragan «Piksi» Stojkovic, all'epoca capitano della nazionale jugoslava, l'inversione di tendenza è stata così positiva che la Serbia può essere considerata come una delle potenziali sorprese del torneo. La truppa di Stojkovic è rimasta imbattuta durante tutte le qualificazioni a Qatar 2022, inserita nel gruppo assieme al Portogallo, mentre in Nations League è stata promossa nella massima divisione.

Il fiore all'occhiello della Nazionale serba è il reparto offensivo, il quale può  vantare l'attaccante della Juventus Dusan Vlahovic, la macchina da gol del Fulham e miglior capocannoniere in Nazionale Aleksandar Mitrovic, il capitano dell'Ajax Dusan Tadic e lo specialista dei cross Filip Kostic, pure alla Juve. Il laziale Sergej Milinkovic-Savic dona inoltre il giusto equilibrio a centrocampo.

La Serbia in numeri

  • Popolazione: 6,8 milioni
  • Capitale: Belgrado
  • Classifica FIFA: 25esimo rango
  • Precedenti partecipazioni a finali di Coppa del Mondo (13): 1930, 1950, 1954, 1958, 1962, 1974, 1982, 1990 (come Jugoslavia), 1998, 2006 (come Serbia-Montenegro), 2010, 2018, 2022 (come Serbia)
  • Miglior risultato in Coppa del Mondo: quarto posto (1930) e ottavi di finale (1998)
  • Capocannoniere delle qualificazioni a Qatar 2022: Aleksandar Mitrovic (8 gol)
  • Record di selezioni: Branislav Ivanovic (105 partite)
  • Record di gol: Aleksandar Mitrovic (50 gol)
  • Allenatore: Dragan Stojkovic (da marzo 2021)
  • Bilancio contro la Svizzera: 14 partite, 6 vittorie, 5 pareggi, 3 sconfitte